fbpx

Contecurte Day… after

Vinars al è stât il Contecurte day.
Il cuart, dopo chei di Listize, Flambri, Passarian. Il cuart ma chel dal decim an di Contecurte, cul teme dal dîs dîs dîs. Al jere biel fâlu a cjase dal Ostîr e in gracie di chei de Pipinate o vin rivât a cumbinâle inte bielissime sale de canoniche e no podeve lâ miôr.
Si scuen scomençâ propite a disi graciis a chei di Sclaunic. E vuê che o sin domenie, stant che la fieste e je lade indent a cjase dal ostîr fintremai di sabide matine adore, podìn dî che al è il “day after”.
Alore. Cemût je lade la serade.
Par cui che a nol jere, cun chest an o vin ancje lis diretis facebook, e al pues cjatâ une buine part des contis propit su la pagjine fb di Contecurte, che come ogni imprest, o stin cirint di doprâ inte maniere miôr in gracie de nestre Sartore, Astrid – Stralunade – Virili, che forsit e che che dilunc la serade e à lavorât di plui, riprendint lis contis e fasint fotografiis.
Ma vignin a la serade. E a lis contis, cuntun struc de gare, par cui che nol è podût vignî.

Us disin subit che la serade, che veve di viodi i Chei di Contecurte a cjatâsi “almancul a vot” par meti adun lis ultimis robis (microfons, leturis, senografie…) e à viodût une pic di surealitât cuant che il gnûf assunt de ostarie – Jacum Trevisan (jentrât di dirit tal organic di Chei di Contecurte) al à telefonât a vot e mieze par domandâ dulà che a jerin ducj… che a GLAUNIC nol jere nissun Contecurte day. Sì… vês capît ben… al jere lât a Glaunic, invezit che Sclaunic, e si come al è rivât istes propit cuant che o vin tacât, nus tocje disi fortunâts che nol sedi lât a Salonicco!
Par no comentâ dal nestri cjantôr, che al veve di sunâ la ghitare dute la sere, che al è rivât cuntune ghitare discuardade e cence un pletri che al sedi un. Par fortune che l’ostîr i à proviodût acordatôr e pletri (che i à robât). Pobon… ma a la fin o vin cumbinât istes. Il nestri Poete, Franco, al pareve jessi il plui san di ducj, e chest la dîs lungje.

Lis contis in gare a jerin, come simpri, 12, e a son tantis, ma nus plâs cussì. I partecipants, in ordin di numerazion de conte, a jerin chescj:
1 – Une Staiare di Gaetan Cogôi
N.2 – Vendi scovis (a S.) di Checo Tam (lete dal Checo)
N.3 – Sui dêts de man di Margarite Cogôi (lete di Jacum)
N.4 – Bandiere rosse di Franco Vigo (lete di Rafaêl)
N.5- Reclam di Maghe Olstrele (lete di Jacum)
N.6 – Hamar di Carli Pup (lete di Rafaêl)
N.7 – Il bocâl di Laurin Zuan Nardin (lete dal Checo)
N.8- I purcits da la Moche di Pauli Jacus (lete dal Checo)
N.9 – Deventâ vielis di Gianluca Franco (lete di Rafaêl)
N.10 – Dîs dîs di me e di te di Stralunade (Lete di Margarite)
N.11- I dîs piruçs di Massim Furlan (lete di Rafaêl)
N.12- La bibliocheche di Rafaêl Serafin (lete di Jacum)

O podês viodi cemût che e je lade cu lis votazions inte lavagne che o vin rivât adore a cjatâ ancje une adete ae lavagne di dut rispiet, Francesca Battistutta, from Arlef, che si è puartade daûr ancje un cameramen e un fonic di dut rispiet, che a àn riprendût dute la competizion e ancje il prime e soredut il dopo, dulà che al vignût fûr di ogni.

La gare? Il vincidôr di chest àn lu vês viodût. Carli Pup, che si conferme vincidôr par la seconde volte la competizion cuntun toc che ca di un pôc o podarês lei su la osterie e che al met dongje i temis dal furlan, come lenghe e come persone. Nol è un toc legri, al è dramatic, ma e jere une conte curte perfete, par timps, clime, sielte des peraulis e o crodin che la vitorie sedi meretade.
Al secont puest al è rivât un di cjase, Gaetan Cogôi, eliminant dilunc de competizion nuie mancul che sô fie, cuntun toc, la staiare, che a partî di un bal e di une vilote e meteve dongje une storie legre, une vore sincire e semplice.
Tierç, cuntune storie ironiche e picaresche, basade su di un fat vêr, che al è capitât di spes intune vore di paîs, Pauli Jacus, contadôr di vecje date, che nus à contade chê dai Purcits da la Moche.
Il premi dal scandai fb par il miôr incipit lu à vint il nestri Laurin, ma la butilie l’ostîr si è smenteât di daiâle e je inmò che e cor ator pe machine.
I premi di Carli i rivarà dret in radio, magari lunis. E chei altris, insieme cun Gianluca, cun Laurin, forsit cun la Maghe Olstrele, a jerin ducj presints, e sperìn che si sedin divertûts.
Nus mancjavin, perdonâts, il nestri berlon de Ostarie, Michêl, il nestri Cramâr Pablo e la nestre Coghe Serene, ma o contìn di jessi al complet par la prossime serade di Contecurte, za proviodude par il 9 di Jugn a Gjalarian.

E dopo? Cui ringraciâ? I forescj che a jerin presints ancje se no capissin il furlan e che si son divertûts distes, la mari e il pari dal ostîr che a àn preparât di mangjâ par un regjiment, ducj i contecurtârs che in cualchi maniere, dilunc chescj agns, a àn permetût di rivâ a seradis come chestis, dulà che lis contis a son protagonistis e dulà che il furlan al ven doprât in maniere diferente par leterature di ogni fate e nivel.
Avonde cussì… Al prossim an, e mandi a ducj!

Il vuestri Ostîr

Scrîf un coment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Site Footer