Lets in Ostarie: “Cun altris voi” di Gianfranco Pellegrini

CUN ALTRIS VOI

CE LIBRI ISAL?
“Cun altris voi” al è un altri libri di contis scritis di Gianfranco Pellegrini.
Si trate di un librut picinin (11.5×17), incartonât in brossure, di 177 pagjinis, vignût fûr pe cjase editore Kappa Vu tal Dicembar dal 2017. Dentri si cjate ancje une postfazion di Laura Nicoloso. Lis contis a son 6: Sdrondenadis; Unare, donare, tenare; Il gjilè di cunin; Stramude di Vierte, Il spauraç, Il Morâr.

MA CUI ISAL L’AUTÔR?
Gianfranco Pellegrini (inte cuvierte dal libri) al è dal ’54, al à vivût a Manzignel e Tresesin, ancje se al è nassût a Cormons e cumò al è a stâ a Val di Reane. Si è laureât in filosofie, a Triest, ma la sô passion pes tecnologjiis, pe logjiche e pe algjebre a doi valôrs lu à puartât a cjatâ lavôr intal cjamp de informatiche. Convint che la scriture e sedi il just completament par considerâ “uman” il discors, al à vût insegnât furlan e al à publicât contis sul Strolic e su lis rivistis Sot la Nape e La Comugne. Al è preseât garzon e almancul un pâr di Contis di chest libri a àn a ce fâ cu la nestre Ostarie.

MA CE ISAL DENTRI, DI PRECÎS?
Sîs contis, une diferente di chê altre, par ambientazion e timp dai acjadiments. Ma dutis a cjapin dentri fats che a interessin il nestri Friûl, ma cjalât no inte solite maniere, ma di dentri, che al sedi il dentri dai personaçs, che al sedi il dentri de vicende. Cemût al viodie un frut la vuere e la azion partigjane? Cemût a viode une femine che e scjampe cui fruts la rote di Cjaurêt? Cemût a viodie une none dal futûr la nestre lenghe e la umanitât che e à dentri? A son dome cualchidun dai esemplis de maniere di lavorâ di Gianfranco e de sô abilitât, in bande di chê stilistiche, a jessi contadôr che al cjape dentri il letôr e no lu mole. In chescj scrits si cjale il timp lât e il timp che al à di vignî e no pâr che a si sparagnin critichis su la nestre maniere di vivi.

MA A CUI PUEDIÂL PLASÊ?
A ducj chei che a àn voie di lei storiis in furlan, furlanis, di cualitât. A chei che ur plâs lei alc che nol sedi curtissim, ma che nol impegni cu la complessitât di un romanç. A chei che inte narative a viodin un veicul par pandi un messaç, une maniere di viodi il mont, salacor, di cambiâlu.
.
E SE O AI VOIE DI CJOLILU?
Facil. Si lu cjate sul sît de Kappa vu, o ancje inte sede di Onde furlane. E parcè di no, viodarin di meti adun un bancut ancje tes seradis di Contecurte. Al coste 12euro e ancjemò prin di vêlu finît si rive a la conclusion che a son spindûts benissim.

Let in Ostarie dal Ostîr

1 coments On Lets in Ostarie: “Cun altris voi” di Gianfranco Pellegrini

  • Di cûr, un ringraziament public al ostîr pe biele presentazion!
    E un prosit a la nestre lenghe cul vin bon de Ostarie 😉

    Un salût a ducj,
    Gianfranco

Scrîf un coment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Site Footer

%d bloggers like this: