Gnovis: Contis, Ostîr, Premis e Zeis

O vin gust di contâus un pocjis di gnovis di chescj dîs che a vegnin, juste par sparniçâ un pocjis di gnovis che nus rivuardin, in cualchi maniere.

Anìn par ordin.

Domenie che e ven, ai 15 di Mai, come che o viodês dal invît chi dongje, in Vile Manin, inte Suaze maraveose di Sapori Pro Loco, tornade in plene, si davuelzarà la premiazion dal concors Jacum Dai Zeis, inmaneât di une vore di prudeladôrs, a scomençâ de SFF, che al viôt cence altri une vore di nestris contadôrs che a varan partecipât. Un concors che al ricuarde il centenari de muart di une figure che e je restade intal imagjinari di ducj i furlans. Se o sês di chês bandis, o cjatais di sigure l’Ostîr e altris de clape di Contecurte e magari e je une buine ocasion par bevi un tai insiemi.

 

Seconde gnove, simpri fevelant di Ostîr (e ancje di Jacum dai Zeis, lu al sa ben parcè) us zontin ancje cheste gnove che inten i fruts des scuelis mediis di Codroip e Vildivar. Insiemi cun doi top cjantestoriis, il nestri Ostîr al larà ancje lui a contâ contis ai fruts, come che ogni tant i capite, e sperin che ju contenti, che si sa, i fruts a son un public esigjent!

 

E dopo ce altri? Ah, sì! Une altre gnove che inten l’Ostîr, che al vignarà premiât cuntun ricognossiment dal Comun di Listize, stant che a ca, dulintor Sclaunic, al è plui di cualchidun che nol sta cu lis mans in man e al merete un batimans. Si che, vinars di sere, ai 20 di Mai, al sarà ancje chest aveniment, che al fâs simpri plasê.

Nus pâr vonte, e le vin fat curte, ma nus pareve ben visâus ancje di chestis robis.

Scrîf un coment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Pît di pagjine dal sît